Pre-Loved: 5 motivi per amare l'usato - Xtribe blog
Hai un negozio o un’attività professionale? Scopri le soluzioni dedicate ai commercianti e ai professionisti di settore aprendo il tuo profilo Xtribe Store.
xtribe, geomarketplace, ratail marketing, vendere, comprare, barattare, noleggiare
16668
post-template-default,single,single-post,postid-16668,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-17.2,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.6,vc_responsive
 

Pre-Loved: 5 motivi per amare l’usato

Oggi il mondo del Second Hand ricopre una fetta importante del mercato: mobili, autovetture, oggettistica, abbigliamento e chi più ne ha più ne metta!

La compravendita dell’usato non è più un’attività di nicchia, per pochi nostalgici o ambientalisti ma è diventata, per molti, uno stile di vita e il modo ordinario di fare shopping, di comprare ciò di cui si ha bisogno e sbarazzarsi di quello che non serve più.

Non solo mercatini!

Anche i canali utilizzati dal mondo del Second Hand sono diversi e variegati: dalle boutique vintage ai negozietti di quartiere, alle bancarelle ai veri e propri supermercati dell’usato.

Per non parlare della rete: basta fare un giro online per scovare un universo di opportunità e occasioni, in particolare per quanto riguarda il settore dell’abbigliamento!

Tutti pazzi per il Second Hand!

Quali sono le ragioni per cui tutti amano l’usato, tutti ma in modo particolare la cosiddetta Generazione Z, quella dei nati dal 2000 in poi?

Abbiamo fatto alcune ricerche sui motivi per cui comprare e vendere usato non solo conviene (all’ambiente e al portafoglio) ma risulta anche più soddifacente del normale shopping, sotto diversi punti di vista!

 

1- Questione di soldi

È inutile girarci intorno: l’usato costa meno.

Risparmiare ci piace, fare affari ci piace e ci fa avvertire con minore intensità il dolore causato dal pagamento, di cui abbiamo parlato qui

Inoltre, la nostra percezione dei prezzi è ancorata a quella del nuovo e quindi anche il bias dell’ancoraggio ci spinge ad apprezzare l’usato!

Il discorso della convenienza cambia, ovviamente, quando parliamo del vintage: pezzi rari, unici, ricercati e di marca possono arrivare a costare anche di più di abiti delle catene di abbigliamento classiche ma questo è – appunto – un altro discorso.

 

2 – Questione di etica

Vero, il portafoglio ringrazia, ma non è il solo: con la compravendita dell’usato, infatti, facciamo un favore anche all’ambiente!

Far vivere di più gli oggetti e i prodotti significa diminuire gli sprechi: significa risparmiare materie prime, acqua ed energia, significa ridurre i processi produttivi inquinanti e la mole di rifiuti da smaltire!

Molti oggetti, infatti, non sono riciclabili ma allungando la loro vita e riutilizzandoli, ritardiamo il momento in cui diventeranno un rifiuto.

3 – Questione di qualità

Non è raro trovare merce di seconda mano di qualità superiore a quella nuova in commercio: tessuti più resistenti, prodotti progettati per durare negli anni, elettrodomestici prodotti prima dell’avvento della logica dell’obsolescenza programmata.

A conferma di questa tesi c’è il fatto che, dopo anni di utilizzo, ciò che stiamo per acquistare è ancora in ottimo stato e funzionante!

 

4 – Questione di scarisità 

In un articolo dedicato, abbiamo trattato il Principio delle Scarsità, scoprendo perché risultiamo attratti da ciò che è esclusivo e raro: più una cosa scarseggia, più la percepiamo come desiderabile.

Beh, qui parliamo addirittura di pezzi unici, e quindi super desiderabili!

A ciò si aggiunge la fatica, l’impegno (e un pizzico di fortuna) che ci dobbiamo mettere per scovare proprio ciò che cercavamo: questo fattore rende la soddisfazione dell’acquisto ancora più grande.

5 – Questione di cuore

C’è, infine, anche un lato poetico e romantico nella compravendita dell’usato che la rende così soddisfacente, un lato assolutamente da non trascurare, tant’è che spesso il Second Hand viene chiamato “Pre-Loved”.

Il punto è che oggetti e abiti usati sono già stati “amati” da qualcun altro, qualcuno che li amava a tal punto da decidere di non buttarli via ma di regalare loro una seconda vita, di dare loro l’occasione di continuare ad essere amati… chissà, magari proprio da noi!

 

Fonti

10 motivi per amare i mercatini dell’usato

No Comments

Post A Comment