Il potenziale del webrooming per i negozi fisici - Xtribe blog
1021
post-template-default,single,single-post,postid-1021,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-17.2,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.6,vc_responsive
 

Il potenziale del webrooming per i negozi fisici

Se hai un’attività offline e non sai cosa è il webrooming allora questo è il posto giusto per scoprire come raggiungere in modo semplice i tuoi clienti.

Il nostro percorso verso la comprensione del mondo del retail, visto e analizzato attraverso punti di vista sempre nuovi e in grado di stare al passo con i cambiamenti repentini delle tendenze di acquisto, continua. Dopo aver chiarito come l’online non è (o non è più) il nemico delle aziende fisiche abbiamo accennato all’esistenza di due tipologie di consumatori contemporanei. Questo tipo di classificazione non deve però trarre in inganno, nel senso che un buon imprenditore deve imparare a comprendere che per quanto cercherà di raggruppare il suo pubblico in categorie, queste muteranno sempre e in modi inaspettati denotando così il carattere estremamente fluido dei loro confini.

Showroomer e Webroomer

È proprio questo il caso dei consumatori e della loro classificazione in: showroomer e webroomer. La parte più interessante di tutto ciò è che i webroomer possono essere showroomer e viceversa a seconda delle necessità, del momento, della categoria di prodotto. Ma vediamo in cosa si distinguono: Se i primi, gli showroomer, sentono la necessità di reperire informazioni sui prodotti all’interno dei negozi fisici, facendone esperienza esattamente come se fossero dei camerini di prova in cui è possibile toccare con mano il prodotto per poi concludere l’acquisto online, è sui webroomer che si dovrebbe concentrare tutta la nostra attenzione.

Il comportamento dei webroomer

Le abitudini di acquisto che riguardano i consumatori che svolgono pratiche di webrooming prevedono l’utilizzo dell’online come canale attraverso cui reperire informazioni, comparare i prezzi, conoscere le opinioni riguardo ai prodotti e finalizzare l’acquisto in un negozio fisico. Ecco perché se possiedi un’azienda dovresti impiegare buona parte delle tue energie allo studio e alla comprensione di questo tipo di consumatori e puntare sui motivi che spingono i webroomer a preferire un negozio fisico per concludere i propri acquisti. Ecco alcuni esempi:

  • preferiscono non pagare le spese di spedizione
  • non vogliono attendere i tempi di consegna
  • preferiscono un’eperienza più diretta con il prodotto
  • considerano più agevole la pratica di eventuale restituzione del prodotto.

Come trasformare queste informazioni in occasioni per rendere la tua azienda più competitiva sul mercato? Come si può notare, anche in una situazione in cui si predilige l’offline, le attività e i desideri di acquisto si palesano online, questo vuol dire che

Il successo della tua azienda passa obbligatoriamente dalla comprensione del proprio pubblico e dei comportamenti legati all’acquisto e – cosa più importante –  come i tuoi consumatori, la tua azienda deve avere confini fluidi tra on e offline e sta a te maturare la capacità di combinare strategicamente i due mondi.

Per poter conquistare questi obiettivi mettiamo tutta l’esperienza di Xtribe nel campo per creare un portale in continuo aggiornamento, come raggiungerlo? Continua a seguire i nostri appuntamenti.  

No Comments

Post A Comment