L’insostenibile cultura del reso: la proposta di Xtribe - Xtribe blog
Hai un negozio o un’attività professionale? Scopri le soluzioni dedicate ai commercianti e ai professionisti di settore aprendo il tuo profilo Xtribe Store.
xtribe, geomarketplace, ratail marketing, vendere, comprare, barattare, noleggiare
16235
post-template-default,single,single-post,postid-16235,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-17.2,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.6,vc_responsive
 

L’insostenibile cultura del reso: la proposta di Xtribe

Nel precedente articolo abbiamo approfondito l’impatto che le abitudini d’acquisto non sostenibili hanno sia sull’ambiente che sulle piccole/medie realtà commerciali online.

Andiamo ora ad illustrare la proposta di Xtribe che cerca di risolvere, almeno in parte, la questione ambientale legata alla smisurata crescita dei resi le sue dannose conseguenze sui piccoli retailers. 

Proximity Commerce

Xtribe propone una una nuova modalità di acquisto che premia i piccoli produttori e i commercianti a livello locale. 

Offriamo ai retailers una vetrina virtuale simile a un e-commerce che prevede la digitalizzazione del negozio fisico, ma che non si esaurisce online.

L’obiettivo rimane infatti l’incontro fisico col cliente, che viene portato in negozio per l’ultimo e più importante step: l’acquisto.

Il tuo business online: profilo Store

Xtribe propone servizi il più possibile simili all’esperienza di acquisto che avviene in negozio: c’è la possibilità di caricare foto e video dei prodotti, come in una vera e propria vetrina; dato che uno dei principali motivi del reso è l’imprecisione delle schede prodotto degli e-commerce, su Xtribe è previsto uno spazio apposito per descrivere nel dettaglio tutte le caratteristiche degli articoli esposti.

Perché il negoziante non perda il suo valore di consulente alla vendita, la nostra app gli fornisce una chat interna che, se ben gestita, permette di offrire un servizio clienti impeccabile: il potenziale acquirente riceve real time consigli e risposte a dubbi e domande sui prodotti.

Il ritiro in negozio

I dati dell’IRI (Istituto per la Ricostruzione Industriale), evidenziano che negli ultimi mesi i volumi di vendita online attraverso la formula del Click&Collect, che consiste nella possibilità di ritirare in negozio un prodotto ordinato online, sono cresciuti del +349%.

I vantaggi

Xtribe porta online le realtà fisiche ma solo fino alla fase della scelta dell’articolo.

L’acquisto e il ritiro avvengono in negozio, con tutti i lati positivi che questo comporta: 

  • La presenza fisica del venditore che può esercitare le sue abilità commerciali di persona e mettere in atto strategie di upselling. I dati provano, infatti, che una volta entrato nel negozio, è molto probabile che il cliente faccia ulteriori spese. 
  • La possibilità di gestione dei ripensamenti dell’ultimo minuto del cliente.
  • Il fatto che il cliente possa vedere dal vivo il prodotto, in alcuni casi persino provarlo e quindi scegliere da subito la taglia adatta e verificare lo stato della merce, diminuendo così drasticamente la probabilità di restituzione dell’articolo. 

Quindi con il ritiro in negozio, il cliente ha la possibilità di fare un acquisto più consapevole e ragionato, a differenza di come spesso funziona online a causa della possibilità sempre presente di poter tornare indietro in un secondo momento.

L’impegno di Xtribe verso modalità di acquisto più green 

Ovviamente il ritiro in negozio abbatte gran parte dei costi ambientali del trasporto e degli imballaggi, oltre ad arginare notevolmente il problema dei resi fuori controllo.

Ma non è tutto: su Xtribe non solo è possibile vendere e acquistare i prodotti.

L’app propone due ulteriori modalità di scambio ancora più green: il noleggio e il baratto!

Il Second Hand è senza dubbio una delle soluzioni più concrete per scongiurare il crescente livello di inquinamento e degrado ambientale del nostro pianeta.

Ottimo per il portafoglio, per la coscienza e affascinante come concetto: si tratta di dare una seconda vita agli oggetti.

Alcune ricerche sostengono che la tecnica millenaria del baratto risulti persino più soddisfacente dell’acquisto del nuovo perché fa sentire migliori le persone essendo una scelta etica e consapevole.

Fonti:

https://www.qapla.it/blog/ecommerce/resi-ecommerce-sostenibilita/

https://acquisti.corriere.it/editoriale/insostenibile-costo-dei-resi-uno-studio-rivela-i-dati-allarmanti/ 

https://www.ansa.it/canale_lifestyle/notizie/moda/2019/11/26/moda-linsostenibile-costo-dei-resi_48c26247-3698-45c5-be48-377335c83558.html 

https://www.ilpost.it/2016/12/26/resi-gratuiti-ecommerce/ 

https://www.ilpost.it/2021/01/12/shopping-online-resi/ 

https://www.investireoggi.it/economia/i-resi-degli-acquisti-online-diventano-un-inferno-per-ambiente-e-piccoli-negozi/ 

https://www.omniaweb.it/blog/ecommerce-o-negozio-fisico 

 https://www.rivistastudio.com/resi-gratuiti-costo-ambientale/ 

https://www.digital4.biz/supply-chain/supply-chain-trends/ecommerce-le-strategie-per-gestire-i-resi-dai-negozi-fisici-alle-soluzioni-digitali/

No Comments

Post A Comment