L’identikit del consumatore digitale italiano - Xtribe blog
15709
post-template-default,single,single-post,postid-15709,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-17.2,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.6,vc_responsive
 

L’identikit del consumatore digitale italiano

Chi è il consumatore digitale italiano medio? Ecco tutte le informazioni utili a conoscerlo.

Quanto sono attivi gli italiani Online? Quali categorie sono più inclini a fare acquisti nel web?
Ecco finalmente le risposte a tutti questi quesiti, utili a definire azioni di marketing online, a raggiungere più facilmente il proprio pubblico di riferimento e a intercettare nuovi potenziali clienti. Che si tratti di un’attività online che un negozio fisico questi dati possono andare incontro a entrambe le realtà.

 

ETÀ E GENERE

La fascia di età più propensa ad acquistare online è quella compresa tra i 35 e i 44 anni che si contende il primo posto con la fascia 45-54. Nonostante una presenza più massiccia delle donne rispetto all’anno precedente (38,7% nel 2017 vs 40,8% nel 2018), sono ancora gli uomini che esplicitano le loro intenzioni d’acquisto tramite ricerche e comparazioni online (59,2%) in questo caso l’Italia è comunque in linea con i risultati ottenuti negli altri paesi presi a campione.

 

DEVICE

I dispositivi privilegiati attraverso cui si esprimono le intenzioni d’acquisto tramite ricerche di prodotto, confronto prezzi e recensioni sono in definitiva quelli mobili (tablet e smartphone) che superano di gran lunga l’utilizzo del pc con un 61,1%. La percentuale del pc rimane invece a 38,9%.

 

ATTIVITÀ FREQUENTI ONLINE

 

Come vi spiegavamo nell’articolo in cui vi abbiamo parlato delle categorie di utenti definite dal loro comportamento on e offline, il web è il posto preferito in cui:

  • Cercare informazioni
    Che tipo di informazioni? Qualsiasi informazione che possa far prefigurare l’oggetto o il servizio dei desideri. Tutorial, test, immagini, descrizioni dettagliate rendono gli utenti più propensi ad acquistare. Non solo, un ricerca di Google ha anche evidenziato come la metà degli utenti che fa ricerche prima di acquistare, cerca per prima cosa di ottenere più informazioni possibili sul negozio in cui prevede di acquistare. Informazioni come la prossimità, la disponibilità del prodotto in negozio, gli orari di apertura, sono solo alcune tra le ricerche più frequenti.
  • Consultare recensioni
    Il parere di altri utenti è fondamentale nel formare la decisione di acquisto. Le recensioni infatti sono percepite come delle opinioni sincere e più affidabili rispetto ai contenuti e le descrizioni offerte dal venditore secondo il principio di riprova sociale. Pare che il 90% degli utenti consulti le recensioni e le opinioni degli altri utenti prima di acquistare.
  • Confrontare prezzi
    Il web è anche una finestra aperta sull’altro, valutare quale prezzo è il più adatto o conveniente spinge gli utenti a ricercare e confrontare il prezzo di un prodotto tra diversi venditori anche, per esempio, mentre si trova in negozio.

Se prima di questo articolo dire che la presenza online da parte di qualsiasi attività suonava come un’ovvietà, i dati confermano che piuttosto è diventato vitale.
Avere un punto di contatto con i propri clienti in rete non sembra neanche più sufficiente, a prescindere che l’attività operi online o offline, questo dovrebbe anche essere ottimizzato per assicurare un’esperienza utente di valore attraverso l’utilizzo di tecnologie sempre più mobile first, lo scambio di informazioni sempre più dettagliate e alti livelli di personalizzazione.

Qual è lo stato attuale della tua attività invece? Pensi che i suoi punti di contatto siano abbastanza ottimizzati per essere raggiunta agevolmente dai tuoi clienti e potenziali clienti online?

 

Tags:
No Comments

Post A Comment